SEI A DIETA E DIMAGRISCI LENTAMENTE? ACCELLERA NEL CENTRO MEDICO SAN GASPARE IL TUO METABOLISMO

A Sonnino – Scalo il primo centro dove viene applicato un rivoluzionario approccio medico-scientifico che combina analisi 3D, prelievo del DNA per mappatura genetica e relativo piano nutrizionale e protocolli per dimagrimento generale e localizzato con mesoterapia, cavitazione e pressoterapia con apparecchiature elettromedicali.

Alzi la mano chi, nonostante diete ed esercizio fisico, e poi ancora diete ed esercizio fisico, non è riuscito a ritrovare la forma fisica. Sicuramente molti, perché nonostante le credenze popolari (“basta mangiare meno”) e facili claim pubblicitari (“bastano pochi minuti al giorno in palestra”) il problema è più complesso: dopo i 30 anni, infatti, diventa facilissimo ingrassare ed estremamente difficoltoso dimagrire. Il motivo, hanno scoperto studi scientifici condotti nel 2017 all’Università di Yale e pubblicati su Nature, è che con l’aumentare dell’età la lipolisi (cioè la capacità dell’organismo di “scomporre” i grassi) indotta dalle catecolamine diminuisce, e contemporaneamente si riducono gli acidi grassi liberi: il risultato è un aumento di grasso in particolare intorno all’addome.

Il trattamento consiste, anzitutto, nell’analisi della figura corporea attraverso un avveniristico sistema di visualizzazione e modellazione 3D, che consente ai medici del centro di stendere un piano di rimodellamento corporeo utile per individuare le modalità di intervento.  

Quindi si prosegue con il prelievo del DNA necessario per l’analisi.

GENI ANALIZZATI

Attualmente, i polimorfismi che proponiamo di analizzare, in quanto validati scientificamente, riguardano:

  • Intolleranza genetica al lattosio
  • Predisposizione allo sviluppo della celiachia
  • Alterato metabolismo dei folati
  • Alterato metabolismo dei lipidi
  • Presenza del “gene dell’obesità”
  • Alterato metabolismo degli zuccheri

In ambito di nutrizione nello sportivo, è estremamente interessante l’analisi anche di altri polimorfismi, la cui gestione attraverso l’alimentazione può grandemente migliorare la resa e la prevenzione degli infortuni. In particolare:

  • Citochine pro-infiammatorie
  • Attività antiossidante
  • Sintesi di collagene – Rischio tendinopatie e lesioni
  • Trasporto dell’acido lattico
  • Contrazione muscolare e apporto di ossigeno

La continua evoluzione in campo genetico ci permetterà sempre più di capire l’interazione cibo-geni-corpo, in modo da rendere sempre più vera la frase di Ippocrate, “il cibo sia la tua medicina”.

Il Piano Alimentare

L’individuazione del piano alimentare avviene mediante un accurato incontro con il soggetto da trattare attraverso la  raccolta di informazioni , di dati anamnestici, di stile di vita che conduce e  si divide in tre fasi:

  1. Prima Fase: Conoscenza – importantissima ai fini di una buona riuscita del trattamento
  2. Seconda Fase: valutazione del peso ed esame bioimpedenziometrico
  3. Terza Fase: stabilire il percorso nutrizionale che vuole intraprendere il soggetto in esame

Il percorso continua con i nostri trattamenti al servizio della tua Bellezza

Stesse apparecchiature elettromedicali utilizzate nella Fisioterapia Riabilitativa, con l’obiettivo mirato e guidato, esercizi per armonizzare i movimenti del corpo, sedute di linfodrenaggioc con successo per ridurre la cellulite, modellare parti del corpo soggette a cedimento …

Precedente La battaglia non è ancora finita: La Prevenzione non finisce a Ottobre per il tumore alla mammella. Successivo PREVENZIONE E CONTROLLO DIABETE